Recensione: Numero sconosciuto, di Guido Allione

Numero sconosciuto

Numero sconosciuto

In un immaginario cerchio narrativo si va formando con  Numero sconosciuto la saga dei Demoni dei desideri di Guido Allione. Dopo l’esordio narrativo con “L’ottavo giorno”, edito da R.E.I. edizioni ,lo scrittore piemontese torna con la sua seconda opera.

Nicolas Bernardi è un giovane scrittore in crisi che, dopo un esordio letterario brillante ma non del tutto onesto, non riesce a riaffermare il suo vero talento. Tutti sembrano volergli voltare le spalle: il suo editore, amici, collaboratori e anche il fato, fino a quando un giorno, proprio nel momento del bisogno, trova per caso per strada un vecchio cellulare abbandonato. Finalmente il destino sembra essersi voltato dalla sua parte: Nicolas non esita ad appropriarsi di questo bizzarro telefono Murktel… il mondo ai vostri piedi,  e inizia ad utilizzarlo. Ma strani e inquietanti eventi prenderanno forma in seguito alle sue telefonate e una forza oscura riemergerà dal passato… Nicolas comprenderà a quale prezzo si possano realizzare i propri desideri e sarà chiamato a decidere tra la brama di fama, ricchezza, agio e la più vera e sincera realtà, fatta di ostacoli, di cadute e risalite, di legami e di possibilità.

– Ho un regalo per te – disse, ed estrasse dalla tasca una candela.  – Questa candela è una di quelle che tenevo sempre sul comodino e, quando avevo degli incubi o paura, l’accendevo concentrandomi su ciò che mi faceva paura, poi soffiavo più forte che potevo per spegnere la fiamma e, con essa, le mie paure. È una candela fatta di cera d’api, molto rara, usata dai nobili di un tempo. È l’ultima e a me ora non serve più. Vorrei che fossi tu a tenerla. Quando vorrai sentirmi vicino, accendila, pensa a me, inspira il suo dolce profumo e… soffia. Quando starà per finire, io ritornerò.

Un romanzo atipico e originale, nel quale i toni del fantastico, del giallo e del noir si concatenano e convivono in quella che diviene una mirabolante descrizione dell’importanza delle scelte umane e delle loro ripercussioni. Uno stile colloquiale ma curato,una prosa incalzante che accompagna il lettore alla scoperta dei luoghi piemontesi più affascinanti, teatro dell’intera narrazione.

Guido Allione torna in libreria e sorprende il lettore lasciandolo spiazzato sin dalla prima pagina. Dimenticate gli echi fiabeschi e i richiami tolkeniani de “L’ottavo giorno”: la magia è tornata… ma questa volta sarà più crudele di quanto ci si potesse immaginare!

Autore: Guido Allione

Titolo: Numero sconosciuto

Pagine: 237

Casa editrice: Guido Allione

Prezzo: Versione cartacea: 13,00 euro Versione e-book: 3,03 euro

Inserito in: Novità, Recensioni
Roberta Taverna

Articolo inserito da:

Di giorno Roberta Taverna, dottoressa in giurisprudenza , corre tra un’aula di tribunale e l’altra, mentre la sera si dedica al primo grande amore della sua vita: i libri. Lettrice instancabile, fa scorrere tra le sue dita le pagine di centinaia di libri ogni anno; legge in treno, mentre corre sul tapis roulant in palestra, camminando per strada… Predilige i romanzi contemporanei stranieri, con qualche ciclica capatina tra classici dell’Ottocento. Ha frequentato corsi di giornalismo e di scrittura comico-creativa, ha collaborato con alcune testate locali e ha fatto parte della giuria del concorso letterario Casa Sanremo Writers 2014. Ha creato e coordina il sito letterario Inkbooks. Cosa fa su MeLoLeggo? Legge molto, cerca di smaltire la pila infinita di volumi che si moltiplicano inspiegabilmente ogni giorno sugli scaffali di casa e recensisce tutto ciò che scopre imperdibile.

Inserisci un commento