Cicala, di Shaun Tan

Trovo sempre molto difficile scrivere di un libro quando sembra essere stato creato apposta per me, quando colori, parole e linee portano con sé un messaggio che andavo cercando da tempo.

Cicala

Cicala

Cicala (Tunué, traduzione a cura di Marco Ruffo Bernardini) è un libro figlio del suo tempo: nasce dalla crisi globale e dalla lenta disumanizzazione che ha colpito la società nella quale viviamo.

In meno di cinquanta pagine l’illustratore e scrittore australiano Shaun Tan, premio Oscar nel 2011 per il cortometraggio d’animazione Oggetti smarriti, racchiude il presente in uno spaccato al vetriolo che condanna e nasconde chi, come il protagonista Cicala, non prevarica sugli altri, non si lascia scalfire dall’omologazione, non giunge a patti con il potere, non scade nel servilismo e nella violenza.

Con le sue tavole dai tratti squadrati e dai colori spenti, Shaun Tan narra la vita di Cicala, racchiusa tra le mura di un ufficio spoglio e impersonale, condannata all’anonimato e alle angherie dei colleghi.

Cicala è la storia di un reietto, di un paria della società, uno spirito silenzioso reso invisibile dalle mode che omologano tutto e tutti,un emarginato la cui esistenza passa e va senza apparentemente lasciare traccia alcuna di sé.

Una storia triste, cruda, senza speranza? No. Perché Cicala è un’opera di denuncia ma anche di speranza, un racconto che invita tutti i lettori-Cicala come il protagonista a non cedere, a non smettere di combattere, a non sentirsi infinitamente soli e sbagliati, a continuare a credere nel futuro.

Cicala racconta storia.

Storia buona. Storia semplice.

Storia comprensibile anche a umani.

Autore: Shaun Tan

Titolo: Cicala

Titolo originale: Cicada

Traduttore: Marco Ruffo Bernardini

Pagine: 32

Casa editrice: Tunué edizioni

Prezzo: 15,00 euro

Inserito in: Novità, Recensioni
Roberta Taverna

Articolo inserito da:

Di giorno Roberta Taverna, dottoressa in giurisprudenza , corre tra un’aula di tribunale e l’altra, mentre la sera si dedica al primo grande amore della sua vita: i libri. Lettrice instancabile, fa scorrere tra le sue dita le pagine di centinaia di libri ogni anno; legge in treno, mentre corre sul tapis roulant in palestra, camminando per strada… Predilige i romanzi contemporanei stranieri, con qualche ciclica capatina tra classici dell’Ottocento. Ha frequentato corsi di giornalismo e di scrittura comico-creativa, ha collaborato con alcune testate locali e ha fatto parte della giuria del concorso letterario Casa Sanremo Writers 2014. Ha creato e coordina il sito letterario Inkbooks. Cosa fa su MeLoLeggo? Legge molto, cerca di smaltire la pila infinita di volumi che si moltiplicano inspiegabilmente ogni giorno sugli scaffali di casa e recensisce tutto ciò che scopre imperdibile.

Inserisci un commento