La bambina faraone, di Isabella Paglia

Così era allora, e così sarà sempre.

Sono stata Re d’Egitto,

io,

Hatshepsut I, figlia di Amon e figlia del Mattino.

La bambina faraone

La bambina faraone

Hatshepsut I, la donna che divenne faraone e regnò sull’Antico Egitto per oltre due decenni, torna a splendere grazie alla penna di Isabella Paglia che, ne La bambina faraone (Oscar Primi Junior Mondadori), racconta l’infanzia della quinta sovrana della XVIII dinastia d’Egitto.

Fanciulla intraprendente e coraggiosa, dall’animo nobile ed altruista, Hatshepsut I si avventura alla scoperta del suo Regno, accompagnata dall’amico e schiavo Sem.

Tra peripezie sulle rive del Nilo, notti stellate d’Oriente e cospirazioni i due giovani non solo porranno le basi di un’amicizia lunga tutta la vita ma lotteranno strenuamente contro le convenzioni del tempo per difendere i propri valori:

“I papiri sono preziosi, custodiscono il sapere, spiegano il mondo, almeno in parte…” disse Sem.

“E l’altra parte?” chiese Hat.

Sem fece un sospiro. “L’altra parte sono i nostri sogni”.

Tra finzione letteraria e ricostruzione storica, Isabella Paglia intesse la trama di un racconto semplice quanto coinvolgente, dedicato ai ragazzi (dagli 8 anni) vivaci e ribelli come la protagonista della vicenda.

Un plauso va alle illustrazioni di Elisa Macellari: disegni nei quali il colore ha un ruolo d’onore e le tinte tipiche dell’Antico Egitto (ocra, oro, azzurro) rievocano un mondo affascinante ed immaginifico.

La bambina faraone è una storia appassionante, piena di colpi di scena intervallati da dialoghi profondi, ricchi di speranze, progetti ed ideali capaci di far breccia nel cuore dei giovani lettori che, come Hatshepsut I e Sem si buttano ogni giorno a capofitto alla scoperta della vita che li attende.

Io voglio essere quello che mi accade attorno!

Autrice: Isabella Paglia

Pagine: 80

Casa editrice: Mondadori

Prezzo: 9,50 euro

Note: Illustrazioni: Elisa Macellari

Roberta Taverna

Articolo inserito da:

Di giorno Roberta Taverna, dottoressa in giurisprudenza , corre tra un’aula di tribunale e l’altra, mentre la sera si dedica al primo grande amore della sua vita: i libri. Lettrice instancabile, fa scorrere tra le sue dita le pagine di centinaia di libri ogni anno; legge in treno, mentre corre sul tapis roulant in palestra, camminando per strada… Predilige i romanzi contemporanei stranieri, con qualche ciclica capatina tra classici dell’Ottocento. Ha frequentato corsi di giornalismo e di scrittura comico-creativa, ha collaborato con alcune testate locali e ha fatto parte della giuria del concorso letterario Casa Sanremo Writers 2014. Ha creato e coordina il sito letterario Inkbooks. Cosa fa su MeLoLeggo? Legge molto, cerca di smaltire la pila infinita di volumi che si moltiplicano inspiegabilmente ogni giorno sugli scaffali di casa e recensisce tutto ciò che scopre imperdibile.

Inserisci un commento