Il concerto dei pesci, di Halldòr Laxness

“Il concerto dei pesci”, di Halldòr Laxness

Il concerto dei pesci

“Il concerto dei pesci”, romanzo tradotto da Silvia Cosimini  ed edito in Italia da Iperborea, casa editrice specializzata nella pubblicazione di letteratura nordica, è un libro di vetro, un acquario gigantesco o anche solo una di quelle sfere da negozio per turisti entro le quali viene ricostruito un pezzo della città amata da far ammantare di neve dopo una leggera scossa. L’Islanda è lì, immersa nei suoi colori, immensa di prati, fredda e diversa da tutto ciò che si può, ma non si sa immaginare.

L’autore, Halldòr Laxness, uno dei più importanti esponenti del panorama letterario islandese e premio Nobel nel 1955 per la letteratura nel , ci presta gli occhi di Alfgrìmur, un ragazzino con quattro nomi, nessun genitore, due nonni e tanto acume che perlustra il mondo adagio adagio, per nulla intimidito ma certamente attento ad ogni cosa.

Nulla ha i confini in cui si è soliti imbattersi, né i colori, né i pensieri, tanto meno la morte o le parole. Un ordine c’è, ma appartiene al singolo, al vento, ai fiori del cimitero.. e i pesci, quelli, rimangono zitti a boccheggiare, mentre nell’aria si diffonde quell’unica nota.

Grazie a Laxness e al suo Alfgrìmur esploriamo un paese che è spesso lontano e che percorre, solitario e isolato lassù nel nord, un’orbita culturale diversa, a cui siamo generalmente estranei. Vi è la scoperta di modi a noi estranei di essere genitori, figli e nonni, di festeggiare e affrontare la vita, ma anche la riscoperta di un attaccamento alla natura, al mondo agreste, che è per tutti un atavico ricordo.

Autore: Halldór Laxness

Titolo: Il concerto dei pesci

Titolo originale: Brekkukotsannál

Traduttrice: Silvia Cosimini

Pagine: 360

Casa editrice: Iperborea

Prezzo: Si può trovare a 13,20 euro.

Inserito in: Recensioni
Alice de Carli Enrico

Articolo inserito da:

Alice de Carli Enrico è traduttrice e giornalista freelance. Ha cominciato a leggere romanzi all'età di 8 anni e non ha più smesso. È appassionata di scrittura e lettura, dell'uso corretto della lingua italiana, di viaggi lunghi ed economici, del suono delle parole e di mari in tempesta. Ovunque vada porta sempre un libro con sé, l'unico oggetto in grado di renderla quieta anche nelle più improbabili situazioni. Cosa fa su MeLoLeggo? Scrive recensioni, dirige le pubblicazioni, revisiona racconti e romanzi dando la caccia all'errore con la meticolosità di un cecchino (a volte gli stessi scritti tremano dalla paura). Lavora tanto e consuma poco: necessita solo di una coperta, un divano e ovviamente un libro.

1 commento su "Il concerto dei pesci, di Halldòr Laxness"

Trackback | Commenti RSS Feed

Inserisci un commento