Recensione: Finché zombie non ci separi, di Jesse Petersen

Finché Zombie non ci separi

Finché Zombie non ci separi

Finché zombie non ci separi è il primo dei tre romanzi (a tratti rosa) della neo autrice americana Jesse Petersen. Protagonisti sono Sarah e David (Dave), giovane coppia alle prese con una bella crisi matrimoniale dopo cinque anni di vita insieme. I due come decidono di affrontare i loro problemi? Andando a delle sedute di terapia dalla dottoressa Kelly.

Alle sedici e trenta di un pomeriggio come tanti altri, la coppia si reca nello studio della costosa dottoressa; tutto sembra essere normale, eppure sta per accadere qualcosa e da lì a poco i due litigiosi sposini non crederanno a ciò che vedranno i loro occhi: la dottoressa Kelly sembra essere diventata un mostro che vuole mangiare chiunque (compresi loro), ovvero nientepopodimeno che… una zombie! Molte sono le domande che affollano la mente degli sconvolti protagonisti, nonostante la disgustosa sorpresa e la paura, ma l’istinto di sopravvivenza è più forte e con una buona dose di cinica ironia riescono ad affrontare i pericoli che li circondano.

Sarah risulta essere la classica ragazza precisa, lucida e talvolta pignola che non riesce più a tollerare il suo poco attivo e sfaccendato maritino. Dave vive come un adolescente preso dai videogiochi e imbambolato davanti a un film horror. Eppure questa coppia sembra ritrovare la verve perduta grazie all’attacco zombie che impervia nella loro città, Seattle. I difetti che l’un l’altro non sopportavano più diventano i loro punti di forza. Cosa faranno? Come riusciranno a salvare il loro matrimonio? Per saperlo non bisogna fare altro che tuffarsi tra le pagine di questo divertente urban fantasy dal ritmo veloce e ben condito di humour “nero”; così non solo imparerete a sopravvivere a un eventuale attacco zombie (visto i tempi…), ma potreste trovare anche qualche simpatico spunto su come “salvare” la vostra relazione. A tal proposito da segnalare in maniera positiva la frase/consiglio che apre ogni nuovo capitolo: un dettaglio che fa apprezzare maggiormente il romanzo e che strappa un sorriso al lettore.

Jesse Petersen grazie alla sua mania per gli zombie e i mostri ci regala una storia diversa dalle altre, dove il romanticismo assume sfumature meno rosa, ma sempre apprezzabili.

Autrice: Jesse Petersen

Titolo: Finché zombie non ci separi

Titolo originale: Married With Zombies

Traduttore: Veronica La Peccerella

Pagine: 222

Casa editrice: Multiplayer.it Edizioni

Prezzo: 15,00 euro

Inserito in: Novità, Recensioni
Luana Aca

Articolo inserito da:

Luana è media content specialist e lettrice curiosa. Spazia infatti dai romanzi di Jane Austen al genere fantasy, passando da Calvino e Sylvia Plath. Predilige comunque gli autori che fanno dell'animo umano il loro protagonista. Ama qualsiasi cosa che ricordi la Nuova Zelanda (pecore comprese), gli oggetti fluo, la musica jazz e l'elettronica, ma nel frattempo si esercita al violino e, in mancanza, canta. Cosa fa su MeLoLeggo? Legge, recensisce, cura e progetta i contenuti e le interviste.

2 commenti su "Recensione: Finché zombie non ci separi, di Jesse Petersen"

Trackback | Commenti RSS Feed

Link in entrata

  1. Recensione: Finché zombie non ci separi,... | venerdì 29 novembre 2013
  2. In libreria: Mangia Crepa Ama, di Jesse Petersen : MeLoLeggo.it | mercoledì 12 febbraio 2014

Inserisci un commento