In libreria: Da qui all’eternità, di James Jones

Da qui all’eternità

Da qui all’eternità, uno dei capolavori della letteratura americana del XX secolo, fu pubblicato per la prima volta nel 1951, negli anni di pieno fulgore dell’America puritana. Il risultato fu che le esplicite scene di sesso omosessuale, e i brani in cui il manoscritto originale faceva ricorso a un lessico crudo e scurrile, furono eliminati senza ritegno. Oggi, a poco più di sessant’anni dalla sua prima apparizione, il romanzo di James Jones torna sugli scaffali delle librerie nella sua versione integrale e senza censure.

Primo capitolo di una trilogia che comprende anche La sottile linea rossa, l’opera d’esordio di James Jones segue le vicende di un gruppo di soldati stanziati nelle isole Hawaii, pochi mesi prima del terribile attacco aereo sferrato dalle truppe giapponesi sulla laguna di Pearl Harbor. È la storia del sergente Milt Warden, trombettista ed ex pugile, coinvolto in una relazione clandestina con Karen, la moglie del suo capitano. La vita di centinaia di giovani americani, ritrovatisi senza prospettiva e senza un posto dove andare dopo la crisi del ’29, quegli stessi giovani a cui l’esercito degli Stati Uniti aveva regalato il miraggio di un paradiso crudele e artificiale, viene descritta nei minimi dettagli e nei suoi più intimi risvolti, senza trascurare le tutt’altro che infrequenti pratiche omosessuali in uso tra i soldati. La censura operata da Scribner, il primo editore di James Jones, ha privato i milioni di lettori che negli anni si sono accostati al suo romanzo di una sostanziale parte di verità. Oggi è possibile tornare a leggere il libro vincitore del National Book Award nel 1952, da cui fu tratta anche una pluripremiata pellicola con Burt Lancaster e Montgomery Clift, nella versione che il suo autore cercò di proteggere a tutti i costi.

L’autore. James Jones (1921-1977) fu arruolato nell’esercito americano, 25a Divisione Fanteria, nel 1939, poco prima dello scoppio della Seconda guerra mondiale. Di stanza alle Hawaii, combatté successivamente nella battaglia di Guadalcanal. Ha raccontato la quotidianità, le atrocità e le conseguenze della guerra in opere di fama mondiale, come Da qui all’eternità e La sottile linea rossa.

Traduttrice dall’inglese: Chiara Ujka.

La versione integrale si basa sul manoscritto originale ritrovato dalla figlia di Jones nel 2009.

Inserito in: In libreria, Novità
Redazione

Articolo inserito da:

Scopri di più sulla Redazione di MeLoLeggo.it

Inserisci un commento