Tutta colpa di Jack, di Mara Munerati

Avere trent’anni non è affatto facile e chi nega questa inconfutabile verità non ha davvero trent’anni.

Avere la mia età oggi significa esser stata vittima della tragica fine degli anni ’90, con Backstreet Boys, Spice Girls e le videocassette. Significa essere cresciuta con la Lira e essere ancora incapace di fare una vera stima in euro senza pensare ‘Merda, però sono più di cinquantamila lire!’.

Tutta colpa di Jack

Tutta colpa di Jack

Benvenuti nel mio romanzo!

A questo punto vi starete chiedendo: ti stai forse addentrato in una bieca marchetta, finalizzata ad autopromuoverti?

Non abbiate timore: non ho pubblicato alcun romanzo! Ma se ne fossi stata capace avrei voluto scrivere Tutta colpa di Jack, l’ultimo libro di Mara Munerati (Clown Bianco edizioni).

Tutta colpa di Jack narra la storia che ha vissuto – almeno in parte –ogni donna in grado oggi di ricordare il periodo delle prime chat su MTV, l’epoca di canzoni come I don’t want to miss a thing, gli anni durante i quali essere adolescente e portare gli occhiali era ancora segno inconfondibile di “sfigataggine”.

Perché, in fondo, gli anni ’90 sono stati il periodo delle giacche di jeans oversize, del taglio di capelli a scodella per Lui e degli struggimenti d’amore per Lei… almeno a partire da quel fatidico 1997, quando James Cameron con il film Titanic ha sconvolto per sempre le vite di ogni ragazzina dell’epoca.

Oggi quelle ragazzine sono trentenni frustrate e deluse, donne “devastate” dalla favola dell’amore eterno e sfortunato che, come Alice M., la protagonista del romanzo, si barcamenano in un mondo che sembra non aver contemplato “maschi veri” come Jack Dawson (il protagonista di Titanic, per chi non lo sapesse).

Come destreggiarsi tra false partenze sentimentali, principi azzurri smacchiati e uomini incapaci di guardarti come Jack fissava ammirato Rose?

Alice M. non lo ha ancora capito. Perché vivere nel mondo reale vuol dire dover accettare che nessuno saprà mai farti un ritratto a matita come ha fatto Jack con Rose, nessuno ti farà volare sull’Oceano sussurrandoti dolci parole come Jack, nessuno si offrirà di lasciarti il suo posto durante un naufragio come Jack.

Tutta colpa di Jack è un romanzo arguto e spiritoso, un libro che con stile fresco e intelligente racconta il mondo dei trentenni di oggi, le loro paure e le loro frustrazioni, le loro nostalgie e le loro battaglie quotidiane.

Non è mai troppo presto per iniziare a soffrire per amore, giusto?

Giusto un paio di palle.

Autrice: Mara Munerati

Titolo: Tutta colpa di Jack

Pagine: 153

Casa editrice: Clown Bianco edizioni

Prezzo: 15,00 euro

Inserito in: Novità, Recensioni
Roberta Taverna

Articolo inserito da:

Di giorno Roberta Taverna, dottoressa in giurisprudenza , corre tra un’aula di tribunale e l’altra, mentre la sera si dedica al primo grande amore della sua vita: i libri. Lettrice instancabile, fa scorrere tra le sue dita le pagine di centinaia di libri ogni anno; legge in treno, mentre corre sul tapis roulant in palestra, camminando per strada… Predilige i romanzi contemporanei stranieri, con qualche ciclica capatina tra classici dell’Ottocento. Ha frequentato corsi di giornalismo e di scrittura comico-creativa, ha collaborato con alcune testate locali e ha fatto parte della giuria del concorso letterario Casa Sanremo Writers 2014. Ha creato e coordina il sito letterario Inkbooks. Cosa fa su MeLoLeggo? Legge molto, cerca di smaltire la pila infinita di volumi che si moltiplicano inspiegabilmente ogni giorno sugli scaffali di casa e recensisce tutto ciò che scopre imperdibile.

Inserisci un commento