Polvere, di Enrico Pandiani

Leggere una storia ambientata tra le vie della tua città ti regala un’emozione particolare. Ancora di più quando è ben scritta e ti coinvolge come è capace di fare Polvere, il romanzo di Enrico Pandiani uscito lo scorso aprile per la DeA Planeta Libri.

Diventi come la polvere, ti depositi e smetti di muoverti nell’aria. Quando me ne sono reso conto, mi aveva già ricoperto.

Polvere

Polvere

La polvere la senti nelle narici sin da subito. È sottile e sembra avvolgere le pagine, le vie della città. Polvere che, come pulviscolo sottile, riesce a insinuarsi anche nelle pieghe della vita di un uomo.

Quest’uomo è Pietro Clostermann: un ex dirigente dell’ufficio sicurezza di un’azienda di sorveglianza che, dopo aver perso il lavoro, ha abbandonato la vita normale, quella che per tutti è fatta di lavoro, vita sociale e qualche svago, per rimanersene rintanato in casa. Per concedersi il lusso di abbandonare il mondo per un po’ non serve molto: qualche soldo da parte, una vagonata di delusioni e tutti gli ingredienti per un Harvey Wallbanger, un cocktail a base di succo di arancia e vodka che, se si desidera vivere ai margini, è di certo di buona compagnia.

L’unica relazione che Pietro porta avanti è quella con il suo gatto, ma anche in quel caso ha avuto l’accortezza di mantenere la giusta distanza non dandogli nemmeno un nome. Più che un animale da compagnia, il suo gatto è un compagno di sbornie, un coinquilino di poche pretese.

Poi arriva Rosa, Rosa Massafra, anziana signora che abita nel palazzo accanto. Rosa che , forte di tutto il dolore che racchiude negli occhi e nel cuore, chiede a Pietro di accettare un incarico: trovare l’assassino che ha tolto la vita alla figlia. È una richiesta spinta dalla più profonda disperazione, e forse è proprio questa a permettere alle sue parole di superare la cortina di inerzia dietro la quale Pietro si era nascosto, a sollevare un po’ di quella polvere che lo aveva ricoperto e a spingerlo, faticosamente, a fare il primo passo per riaffrontare il sole, la città, le persone e il mondo che ci sono là fuori. E, in ultimo, trovare l’uomo che ha inferto quel dolore.

Enrico Pandiani è uno scrittore capace: accoglie il lettore, lo fa sentire a casa, crea sin da subito un ritmo incalzante e personaggi realistici e veri, con un proprio passato e una propria storia. Il suo è un mondo vivo, vibrante, in movimento. Vi piacerà.

Autore: Enrico Pandiani

Titolo: Polvere

Pagine: 432

Casa editrice: DeA Planeta Libri

Prezzo: 17,00 euro

Inserito in: Novità, Recensioni
Alice de Carli Enrico

Articolo inserito da:

Alice de Carli Enrico è traduttrice e giornalista freelance. Ha cominciato a leggere romanzi all'età di 8 anni e non ha più smesso. È appassionata di scrittura e lettura, dell'uso corretto della lingua italiana, di viaggi lunghi ed economici, del suono delle parole e di mari in tempesta. Ovunque vada porta sempre un libro con sé, l'unico oggetto in grado di renderla quieta anche nelle più improbabili situazioni. Cosa fa su MeLoLeggo? Scrive recensioni, dirige le pubblicazioni, revisiona racconti e romanzi dando la caccia all'errore con la meticolosità di un cecchino (a volte gli stessi scritti tremano dalla paura). Lavora tanto e consuma poco: necessita solo di una coperta, un divano e ovviamente un libro.

Inserisci un commento