Ci ha lasciato Carlo Fruttero

Carlo Fruttero

GROSSETO – Si è spento domenica 15 gennaio  a Castigione della Pescaia, all’età di 85 anni, lo scrittore Carlo Fruttero. Da tempo si dichiarava sfinito e stanco , ma questa pareva essere l’ennesima dimostrazione di un acume e di una intelligenza sottile che, nonostante i problemi cardiaci, continuava a mantenere lucida la sua creatività. Di lui si ricorda  l’impegno come traduttore (tra gli altri, di Beckett, Ellison e Salinger) e come scrittore, soprattutto per i suoi lavori a quattro mani con Franco Lucentini, insieme al quale creò un forte sodalizio creativo. Lucentini, compagno di scrittura ma soprattutto amico di una vita, lo lasciò solo cinque anni fa, quando decise di porre fine ad una lunga malattia, volando dal quarto piano del suo appartamento a Torino. Fruttero ci lascia, tra le sue opere più recenti, “Donne informate sui fatti” (2006, Mondadori) e “La Patria, bene o male” (2010, Mondadori), scritto insieme a Massimo Gramellini.

Inserito in: Novità
Alice de Carli Enrico

Articolo inserito da:

Alice de Carli Enrico è traduttrice e giornalista freelance. Ha cominciato a leggere romanzi all'età di 8 anni e non ha più smesso. È appassionata di scrittura e lettura, dell'uso corretto della lingua italiana, di viaggi lunghi ed economici, del suono delle parole e di mari in tempesta. Ovunque vada porta sempre un libro con sé, l'unico oggetto in grado di renderla quieta anche nelle più improbabili situazioni. Cosa fa su MeLoLeggo? Scrive recensioni, dirige le pubblicazioni, revisiona racconti e romanzi dando la caccia all'errore con la meticolosità di un cecchino (a volte gli stessi scritti tremano dalla paura). Lavora tanto e consuma poco: necessita solo di una coperta, un divano e ovviamente un libro.

Inserisci un commento