Presentazione Premio Nazionale di Letteratura Neri Pozza a Vicenza

Vittorio Mincato

VICENZA – Mercoledì 16 Gennaio, ore 18.30, presso la Sala degli Stucchi di Palazzo Trissino (Corso Palladio, 98) si terrà la presentazione ufficiale del Premio Nazionale di Letteratura Neri Pozza. Interverranno Achille Variati, Sindaco di Vicenza, Vittorio Mincato, Presidente Neri Pozza, Manuela Miola, Direttrice Marketing e Comunicazione Gruppo Forall – Pal Zileri e Giuseppe Russo, Direttore editoriale Neri Pozza.

Il concorso, riservato esclusivamente a opere inedite e di narrativa di qualità, ha anche un’altra valenza, e ce lo spiega Vittorio Mincato:

Stiamo attraversando una delle crisi più profonde che il nostro Paese abbia mai vissuto. Una crisi economica, politica e morale dalla quale è ancora arduo scorgere una via d’uscita.  Tuttavia, è in queste occasioni che è anche più urgente, se non paradossalmente più agevole, chiamare a raccolta le energie migliori per cercare un possibile riscatto.

«Wo aber Gefahr ist, wächst das Rettende auch» (Dove c’è pericolo cresce anche ciò che salva), ha scritto uno dei più grandi poeti tedeschi.  E nel nostro Paese la verità di questa affermazione è forse più evidente che altrove. Si pensi al ventennio successivo alla Seconda guerra mondiale, quando uno straordinario concorso di eccellenze – nell’arte, nella letteratura, nel cinema, nell’economia – ci permise di lasciarci alle spalle le macerie del conflitto e di compiere uno straordinario balzo in avanti.

Il ruolo della cultura e della collaborazione tra industria e cultura (penso, per esempio, all’esperienza della Olivetti di Ivrea dove illustri letterati  ̶   Giudici, Fortini, Volponi, Sinisgalli, Pampaloni  ̶    furono chiamati a contribuire direttamente alle sorti dell’impresa) fu  decisivo allora.

La letteratura, infatti, come la musica, quando è tale, cioè quando è più che un semplice intrattenimento, costituisce una parte rilevante del comune sentire di un popolo, della sua volontà di rinnovamento, della sua coscienza civile.

Oggi noi abbiamo assoluto bisogno di dar voce alle nuove eccellenze del nostro paese, in ogni campo, nell’economia, nella cultura, nella politica. Indire un Premio che ha lo scopo di segnalare nuovi talenti letterari all’attenzione generale ha per noi, innanzitutto, questo significato. Nell’ambito della nostra attività editoriale, costituisce una piccola, importante parte della nostra assoluta necessità di puntare sulla qualità nella dura competizione internazionale schiusa dalla globalizzazione. 

Perciò desidero ringraziare lo sponsor principale del Premio, «Pal Zileri», un brand di prestigio dello stile italiano nel mondo che, puntando appunto sulla qualità, ha raggiunto dimensioni internazionali, e «Vicenza è» per il suo contributo al Premio, basato sulla consapevolezza che una magnifica città d’arte come Vicenza è la sede perfetta per un concorso letterario.

Inserito in: Concorsi, Eventi, Novità
Redazione

Articolo inserito da:

Scopri di più sulla Redazione di MeLoLeggo.it

Inserisci un commento