Un giorno questo dolore ti sarà utile, di Peter Cameron

“Un giorno questo dolore ti sarà utile”, di Peter Cameron

Un giorno questo dolore    ti sarà utile

Peter Cameron è un autore statunitense che in molti sicuramente conosceranno soprattutto per il romanzo “Quella sera dorata”, che nel 2009 ha fatto la sua comparsa nella sua versione cinematografica in un film diretto da James Ivory e interpretato da attori d’eccezione quali Anthony Hopkins e Charlotte Gainsbourg.

Nel 2007 Cameron ha però pubblicato un altro romanzo intitolato “Questo dolore ti sarà utile” che, se pur non perde lo stile fresco, genuino e scorrevole dell’autore, cambia totalmente scenario. È infatti ambientato a New York e protagonista è un giovane ragazzo di diciotto anni, James Sveck. Il giovane James ricorderà sicuramente a qualcuno l’Holden Caulfield di Salinger, se non altro per l’attitudine canzonatoria su tutto ciò che lo circonda, ma il tono è meno amaro, lo sguardo più curioso.

Il quadretto familiare raccoglie una madre al terzo matrimonio – già naufragato, peraltro, durante il viaggio di nozze, una sorella che intrattiene una relazione con uno dei suoi professori e un padre che lavora a Wall Street. Punti di riferimento il ragazzo ne ha, ma sono persone a cui vuole bene ma con cui non ha davvero un dialogo basato sulla comprensione reciproca. James è solo ma non se ne cruccia, perché di fatto la gente lo annoia. O forse perché non trova parole comuni su cui basare uno scambio verbale che abbia un valore?

Peter Cameron

In una dialogo tra lui e una psicoterapeuta (dott.ssa Adler, un rimando allo psicanalista austriaco?) da cui l’hanno mandato i suoi genitori, preoccupati per la sua tendenza ad isolarsi, spiega: “Per me l’atto di pensare e quello di esprimere i pensieri non sono simultanei, e neppure necessariamente consecutivi. So di pensare e parlare nella stessa lingua […] eppure la lingua in cui penso e quella in cui parlo sembrano spesso talmente lontane che mi pare impossibile colmare il vuoto”.

Il vuoto, insieme all’incapacità di scegliere, di fare, di essere, sono i punti focali di tutto il percorso che James si troverà a percorrere – e noi con lui. Perché è un romanzo umano, che fa sorridere e commuovere e che quando volge al termine lascia davvero la voglia di leggerne ancora.

Autore: Peter Cameron

Titolo: Un giorno questo dolore ti sarà utile

Titolo originale: Someday This Pain Will Be Useful to You

Traduttrice: Giuseppina Oneto

Pagine: 206

Casa editrice: Adelphi

Prezzo: Si può trovare a 8 euro

Inserito in: Recensioni
Alice de Carli Enrico

Articolo inserito da:

Alice de Carli Enrico è traduttrice e giornalista freelance. Ha cominciato a leggere romanzi all'età di 8 anni e non ha più smesso. È appassionata di scrittura e lettura, dell'uso corretto della lingua italiana, di viaggi lunghi ed economici, del suono delle parole e di mari in tempesta. Ovunque vada porta sempre un libro con sé, l'unico oggetto in grado di renderla quieta anche nelle più improbabili situazioni. Cosa fa su MeLoLeggo? Scrive recensioni, dirige le pubblicazioni, revisiona racconti e romanzi dando la caccia all'errore con la meticolosità di un cecchino (a volte gli stessi scritti tremano dalla paura). Lavora tanto e consuma poco: necessita solo di una coperta, un divano e ovviamente un libro.

Inserisci un commento