Per Giano Editore: Il colpevole, di Liza Ballantyne

Sebastian Croll ha undici anni, grandi occhi verdi, lineamenti delicati di bambino ed è accusato di aver brutalmente ucciso Ben Stocker, suo compagno di giochi, fracassandogli il cranio con un mattone. Il ragazzo è alla stazione di polizia di Islington quando viene raggiunto da Daniel Hunter, il legale che ha l’incarico di difenderlo e che ha alle spalle una vita intera dedicata a occuparsi di cause perse.

I modi educati, lo sguardo sperduto, l’aria compita, il bambino sembra tutto fuorché l’autore di un omicidio tanto atroce. E tuttavia gli indizi sono tanti, i testimoni anche e l’atteggiamento di Sebastian non aiuta a fugare i dubbi. Incalzato dalle domande della polizia, il bambino muta abilmente versione ogni qual volta viene messo di fronte a nuove evidenze. Con l’aria più innocente riesce a trarsi fuori dalle trappole tese dagli inquirenti durante il lungo interrogatorio. E la domanda rimane aperta: è l’assenza di malizia, propria solo dell’età dell’innocenza, che lo guida o la lucidità di un animo già corrotto, capace di mentire, rielaborare e manipolare senza rimorsi e sentimenti?

Daniel indaga sul caso e, più si addentra nella vita della famiglia Croll, più la facciata di quieta normalità si sgretola e l’esistenza di Sebastian si scopre segnata da violenze domestiche e paura. Il viaggio nelle pieghe dell’animo del bambino diventa presto anche il viaggio nel suo proprio passato, il passato di un uomo con un’infanzia segnata da abusi, solitudine e famiglie affidatarie, fino all’incontro con Minnie, la madre adottiva che per prima è riuscita a insegnargli la capacità di amare e di lasciarsi amare, dimostrandogli che è possibile cambiare le carte che la vita ti ha dato.

Daniel sente di dover salvare Sebastian, offrendogli la possibilità di quella redenzione che lui stesso ha avuto la fortuna di sperimentare. Prima di tutto però bisogna provare l’innocenza del bambino. Ma Sebastian è davvero innocente?

Thriller psicologico che non lascia scampo, La natura del male trascina il lettore nell’abisso profondo dellanimo umano, nella zona d’ombra del male che non risparmia nemmeno l’età dell’innocenza.

L’autrice. Liza Ballantyne ha 37 anni e lavora presso l’Università di Glasgow. Il colpevole è il suo primo romanzo, opera-rivelazione all’ultima Fiera di Francoforte, contesa dai maggiori editori del mondo.

Traduttrice dall’inglese: Giovanna Scocchera.

Inserito in: In libreria, Novità
Redazione

Articolo inserito da:

Scopri di più sulla Redazione di MeLoLeggo.it

Inserisci un commento