SALERNO – Una mostra dedicata ai libri, “Aspetti della cultura napoletana nel ‘700”

Lungomare di Salerno

SALERNO – Nello splendido capoluogo campano adagiato sulle rive del mar Tirreno si terrà dal 27 giugno al 25 settembre la mostra “Aspetti della cultura napoletana nel Settecento, viaggio nell’universo dei libri editi a Napoli tra il 1701 e il 1725”, un progetto promosso dalla Provincia di Salerno e finanziato dalla Regione Campania. Si tratta di un interessante iniziativa che, dopo la “Fiera dell’editoria meridionale e del libro” conclusasi il 12 giugno, riconferma la città come meta culturale di prestigio del sud Italia.

Location prescelta per la mostra è la Pinacoteca Provinciale di Salerno dove, alle 9.30 del 27 giugno, si terrà l’inaugurazione della splendida iniziativa alla presenza dell’on. Edmondo Cirielli, Presidente della Provincia di Salerno, Salvatore Arena, Assessore al Patrimonio e ai Beni Culturali e Loredana Conti, Soprintendente ai Beni Librari della Regione Campania. Saranno inoltre ospiti come relatori Alfonso Tortora, professore aggregato presso l’Università degli Studi di Salerno, Antonio Braca della Soprintendenza BSAE di Salerno ed Avellino e Giuseppina Zappella, già Direttore di Biblioteca Soprintendenza Speciale presso il Polo Museale di Napoli.

La mostra seguirà un percorso espositivo curato e organizzato da Vittoria Bonani, Giuseppe Gianluca Cicco e Anna Maria Vitale, che guiderà il visitatore attraverso diverse sezioni: da “la descrizione del paesaggio come rappresentazione della memoria” alla galleria di ritratti, passando per “le magnifiche avventure di un viaggiatore italiano”, “i trionfi della storia”, “maestranze al lavoro in un’officina tipografica settecentesca” e “culti, misteri e simboli della devozione religiosa agli inizi del Settecento”.

Inserito in: Eventi
Alice de Carli Enrico

Articolo inserito da:

Alice de Carli Enrico è traduttrice e giornalista freelance. Ha cominciato a leggere romanzi all'età di 8 anni e non ha più smesso. È appassionata di scrittura e lettura, dell'uso corretto della lingua italiana, di viaggi lunghi ed economici, del suono delle parole e di mari in tempesta. Ovunque vada porta sempre un libro con sé, l'unico oggetto in grado di renderla quieta anche nelle più improbabili situazioni. Cosa fa su MeLoLeggo? Scrive recensioni, dirige le pubblicazioni, revisiona racconti e romanzi dando la caccia all'errore con la meticolosità di un cecchino (a volte gli stessi scritti tremano dalla paura). Lavora tanto e consuma poco: necessita solo di una coperta, un divano e ovviamente un libro.

Inserisci un commento