Recensione: L’ottavo giorno, di Guido e Alice Allione

L'ottavo giorno

L’ottavo giorno

Mettete insieme, in un grosso calderone, un pizzico di fantasy, una manciata di stile tolkeniano, uno sfondo contemporaneo, un velo di prosa accattivante, una punta di magia, una glassa di spirito di avventura; mescolate il tutto e vi troverete fra le mani “L’ottavo giorno” di Guido e Alice Allione.

Jack è un uomo moderno, un uomo impegnato, sempre all’inseguimento di un tempo che corre e fugge. Ma la realtà non ti regala mai tempi supplementari e quando, durante una gita fuori porta, Jack si trova dinnanzi a un pozzo così simile a quelli delle fiabe che leggeva da bambino, per puro gioco decide di gettarvi una monetina, esprimendo un desiderio irrealizzabile “Avere più tempo per sé… sempre più tempo per sé”. Ma cosa accadrebbe se il pozzo potesse davvero realizzare desideri, donando tempo al nostro protagonista? Può un desiderio esaudito divenire una maledizione? La risposta è si, nel caso in cui il tempo aggiuntivo concesso si concretizzi in un vero e proprio “ottavo giorno” della settimana, destinato però a rubare sempre più spazio alla realtà.

Un romanzo accattivante, che trascina il fantasy all’interno della frenetica quotidianità, nato dall’idea di una figlia, Alice, che spinge un padre informatico a scrivere la sua opera prima.

Un libro che induce il lettore ad un’attenta riflessione su ciò che si desidera e quanto questo possa rivelarsi pericoloso.

Un piccolo successo editoriale, pubblicato da edizioni R.E.I., che ha venduto oltre 4.000 copie e oggi disponibile anche in formato ebook.

A breve, forse già entro fine anno, uscirà il seguito del romanzo, per ritornare ad immergersi nel mondo di Jack.

Autori: Guido e Alice Allione

Titolo: L'ottavo giorno

Pagine: 136

Casa editrice: R.E.I. Edizioni

Prezzo: 9,90 euro / ebook: 3.00 euro

Inserito in: Novità, Recensioni
Roberta Taverna

Articolo inserito da:

Di giorno Roberta Taverna, dottoressa in giurisprudenza , corre tra un’aula di tribunale e l’altra, mentre la sera si dedica al primo grande amore della sua vita: i libri. Lettrice instancabile, fa scorrere tra le sue dita le pagine di centinaia di libri ogni anno; legge in treno, mentre corre sul tapis roulant in palestra, camminando per strada… Predilige i romanzi contemporanei stranieri, con qualche ciclica capatina tra classici dell’Ottocento. Ha frequentato corsi di giornalismo e di scrittura comico-creativa, ha collaborato con alcune testate locali e ha fatto parte della giuria del concorso letterario Casa Sanremo Writers 2014. Ha creato e coordina il sito letterario Inkbooks. Cosa fa su MeLoLeggo? Legge molto, cerca di smaltire la pila infinita di volumi che si moltiplicano inspiegabilmente ogni giorno sugli scaffali di casa e recensisce tutto ciò che scopre imperdibile.

2 commenti su "Recensione: L’ottavo giorno, di Guido e Alice Allione"

Trackback | Commenti RSS Feed

Link in entrata

  1. Recensione: L’ottavo giorno, di Guido e A... | martedì 10 dicembre 2013
  1. Paolo ha detto:

    L’ho letto pochi mesi fa ed è un libro veramente bello. Complimenti all’autore. Spero esca il presto il prossimo libro.

    Paolo

Inserisci un commento