In libreria: Il libraio suona sempre due volte, a cura di Matteo Eremo

Il libraio suona sempre due volte

Il libraio suona sempre due volte

“Io penso che una libreria non sia una libreria per via dei libri, nemmeno per le vetrine, gli scaffali, i muri, la cassa. Una libreria è una libreria per via delle persone. Therese, con i suoi Profumi per la mente, è due persone, anche tre, cinque, dieci, forse cento o, più esattamente, mille. E però queste mille persone sono effetto delle prime due, due Davide, che fanno dei libri persone”.

Gian Luca Favetto

Ora più che mai, la libreria è un faro nell’oceano di un’offerta travolgente, nella nebbia di mille informazioni frammentarie. Ci sono librerie che accolgono, proteggono e si lasciano esplorare, librerie che escono dalle loro pareti e ti vengono incontro: al cinema, in azienda, in cima alla valle. Librai on the road che a ogni tappa del viaggio, lungo o brevissimo, mettono i libri al centro della scena, rendendoli vivi, parlanti, snodi di una mappa tangibile e diversa per ogni lettore. Davide Ferraris e Davide Ruffinengo raccontano dieci anni di Therese – Profumi per la mente, la libreria torinese che fa viaggiare i libri, li porta alla ribalta, li propaga per l’etere. Storia di due ragazzi che hanno scelto un mestiere bellissimo tutto da inventare, di un sogno coraggioso che crea la realtà.

Inserito in: In libreria, Novità
Redazione

Articolo inserito da:

Scopri di più sulla Redazione di MeLoLeggo.it

Inserisci un commento