Enzo D'Andrea

Author Archive: Enzo D'Andrea

Enzo D’Andrea è un geologo che interpone alle attività lavorative la grande passione per la scrittura. Come tale, definendosi senza falsa modestia “Il più grande scrittore al di qua del pianerottolo di casa”, ha scritto molti racconti e due romanzi: “Le Formiche di Piombo” e "L'uomo che vendeva palloncini", di recente pubblicazione. Non ha un genere e uno stile fisso e definito, perché ama svisceratamente molti generi letterari e allo stesso tempo cerca di carpire i segreti dei più grandi scrittori.
Oltre che su MeLoLeggo, scrive di letteratura sul blog @atmosphere.a.warm.place, e si permette anche il lusso di leggere e leggere. Di tutto: dai fumetti (che possiede a migliaia) ai libri (che possiede quasi a migliaia). Difficile trovare qualcosa che non l’abbia colpito nelle cose che legge, così è piacevole discuterne con lui, perché sarà sempre in grado di fornire una sua opinione e, se sarete fortunati, potrebbe anche essere d’accordo con voi. Ama tanto la musica, essendo stato chitarrista e cantante in gruppi rock e attualmente ripiegato in prevalenza sull’ascolto (dei tanti cd che possiede, manco a dirlo, a migliaia). Cosa fa su MeLoLeggo? cerca di fornire qualcosa di differente dalle recensioni classiche, preferendo scrivere in modo da colpire il lettore, per pubblicizzare ad arte ciò che merita di essere diffuso in un Paese in cui troppo spesso si trascura una bellissima possibilità: quella di viaggiare con la mente e tornare ragazzi con un bel libro da sfogliare.

rss feed Facebook

Author's Website →

Enrico Piaggio, l’uomo della Vespa – di Basilio Perri

Enrico Piaggio, l’uomo della Vespa – di Basilio Perri

Ci sono uomini che fanno intere epoche, che aiutano a crescere intere nazioni. E forse, in cuor loro, nemmeno lo immaginavano. Enrico Piaggio, probabilmente, è stato uno di questi. La lungimiranza, la visione a tratti utopistica – anche la fortuna, perché no? – non appartengono a tutti, ma solo a quei pochi che eccellendo in […]

By lunedì 9 Marzo 2020 0 Comments Read More →
La sublime arte, di Alexandra David-Néel

La sublime arte, di Alexandra David-Néel

L’arte ha un povero Dio, recitava un verso di una canzone dei Timoria, un bel po’ di anni fa. L’arte pura è quella cui tende chi ambisce al sublime, alla gioia, al pieno godimento di essere venerato/a per il semplice fatto di esistere, di possedere quel talento non comune che rende immortali. Ma c’è anche […]

By mercoledì 26 Febbraio 2020 0 Comments Read More →
Delitto al conservatorio, di Franco Pulcini

Delitto al conservatorio, di Franco Pulcini

Sono in molti a sostenere, nel mondo della scrittura, che scrivere su cose che si conoscono aiuta a essere più convincenti, più precisi, più disinvolti. Certo, non è detto che sia sempre così ma, in molte circostanze, è proprio così. È il caso di Franco Pulcini, e del suo Delitto al Conservatorio (Marcos y Marcos). Pulcini, […]

By lunedì 24 Febbraio 2020 0 Comments Read More →
Più a est di Radi Kürkk, di Gianluca Di Dio

Più a est di Radi Kürkk, di Gianluca Di Dio

Lucio è un giovane che ha perduto tutta la propria famiglia ed è rimasto solo, in preda a un senso di confusione psicologica transitoria, pieno di incertezze e strane abitudini. Non migliora certo la situazione il luogo in cui vive: Luz, “…un paese sulla riva di un grande fiume che per giorni si gonfia di […]

By lunedì 17 Febbraio 2020 0 Comments Read More →
Il pozzo, di Regīna Ezera

Il pozzo, di Regīna Ezera

Ci sono storie che dopo averle lette ti lasciano un sapore piacevole, quel retrogusto anche un po’ amaro, ma che alla fine ti fa dire: “Ne vorrei ancora”. Il pozzo di Regīna Ezera (Iperborea, trad. di Margherita Carbonaro) secondo me è una di queste. Una storia vivida di quotidianità, dove anche il dettaglio resta a servizio di un […]

By mercoledì 29 Gennaio 2020 0 Comments Read More →
Il testamento dell’uro, di Stéphanie Hochet

Il testamento dell’uro, di Stéphanie Hochet

Una giovane scrittrice, invitata a presentare i suoi libri in un festival letterario organizzato a Marnas, un piccolo centro nel sud della Francia, accetta di buon grado l’esperienza. Qui, però, le cose si mostrano in un aspetto quantomeno originale. Incontra, giunta sul posto, individui bizzarri, una certa inquietante aria di dissociazione da quello che è […]

By mercoledì 4 Dicembre 2019 0 Comments Read More →