Al via la terza edizione del concorso “Nati per leggere”

Nati per leggere

Nati per leggere

Si rinnova quest’anno l’appuntamento con il Premio nazionale “Nati per leggere” che, forte del successo già riscosso, è ora alla sua terza edizione. Obiettivo del concorso è quello di sostenere i prodotti editoriali destinati ai lettori più giovani, in particolare alla fascia di età tra 0 e 3 anni, e promuovere, di rimando, una più forte diffusione della lettura, sia come strumento di condivisione tra genitori e figli che come forma di educazione.

Promosso dal Gruppo nazionale di coordinamento Nati per leggere, il concorso, in scadenza al 31 gennaio, si rivolge a tutti gli operatori attivi nei progetti sviluppati su scala locale. Oltre a questa lodevole iniziativa, il Gruppo si pone come punto di riferimento per i genitori e coloro che lavorano con i bambini in età prescolare (autori, pediatri, bibliotecari, editori, educatori), fornendo una guida di orientamento bibliografico e promuovendo, grazie ad una forte collaborazione con le case editrici, la maggior diffusione dei titoli attraverso la donazione.

“Leggimi subito, leggimi forte/Dimmi ogni nome che apre le porte
Chiama ogni cosa, così il mondo viene/Leggimi tutto, leggimi bene
Dimmi la rosa, dammi la rima/Leggimi in prosa, leggimi prima”
Filastrocca dei Nati per Leggere, di Bruno Tognolini

Sito internet di riferimento: www.natiperleggere.it, sezione Premio

Inserito in: Concorsi, Novità
Alice de Carli Enrico

Articolo inserito da:

Alice de Carli Enrico è traduttrice e giornalista freelance. Ha cominciato a leggere romanzi all'età di 8 anni e non ha più smesso. È appassionata di scrittura e lettura, dell'uso corretto della lingua italiana, di viaggi lunghi ed economici, del suono delle parole e di mari in tempesta. Ovunque vada porta sempre un libro con sé, l'unico oggetto in grado di renderla quieta anche nelle più improbabili situazioni. Cosa fa su MeLoLeggo? Scrive recensioni, dirige le pubblicazioni, revisiona racconti e romanzi dando la caccia all'errore con la meticolosità di un cecchino (a volte gli stessi scritti tremano dalla paura). Lavora tanto e consuma poco: necessita solo di una coperta, un divano e ovviamente un libro.

Inserisci un commento