“Facebook. La storia” – David Kirkpatrick mette a nudo Zuckerberg e il suo impero

Mark Zuckerberg

Facebook è la più grande rete di contatti del mondo. Ma non solo: si tratta anche dell’azienda in più forte espansione sulla faccia della terra. I numeri parlano chiaro: 700milioni di utente iscritti e un valore di oltre 60 miliardi in continua crescita.

David Kirkpatrick, giornalista esperto di tecnologia, porta su carta la storia personale di Mark Zuckerberg e della sua creatura. Ha incontrato i dirigenti e i collaboratori di Facebook per scrivere la storia dell’azienda che, nata nei corridoi dell’università di Harvard, ha raggiunto Wall Street ed è diventata una realtà onnipresente delle nostre vite. Il giornalista ci propone la situazione attuale di questo colosso che oggi domina la comunicazione sul web e ci spiega come Facebook sia riuscito a cambiare il nostro modo di comunicare anche al di fuori della rete. Nel suo libro, “Facebook. La storia”, Kirkpatrick prova poi a delineare quello che sarà il futuro dell’azienda senza trascurare le scottanti problematiche dei rischi legati al problema della privacy dell’utente e la grande trasformazione che, fin dalla sua nascita, ha apportato alla nostra identità sociale.

Facebook. La storia

Il “mostro” viene messo a nudo, conducendoci alla naturale visione di Facebook quasi come soggetto vivente e parte integrante del nostro quotidiano. Ma se Facebook non fosse niente senza di noi, schiera di coloro che l’hanno creato a propria immagine e somiglianza, cosa saremmo noi, oggi, senza Facebook?

Inserito in: Novità
Luca Durante

Articolo inserito da:

Luca Durante è giornalista ed esperto di marketing online. Pacato e riflessivo, perde la sua compostezza solo ai concerti dei Bauhaus e a contatto con l'acqua fredda (un po' come i Gremlins dopo la mezzanotte). I primi romanzi che ha letto sono stati quelli di Fante e Bukowski, di cui attende ancora (invano) nuovi lavori, e nutre un amore cieco e smisurato (e parimenti invano) per la Santacroce. Come pianista (e che pianista!) si sente artista nell'anima. Cosa fa su MeLoLeggo? Legge, recensisce, critica ma, soprattutto, diffonde: sa come focalizzare l'attenzione con le sue semisegrete tecniche di marketing, conosce Facebook meglio di Zuckenberg e GooglePlus meglio di Google.

Inserisci un commento