Recensione: Irraggiungibile, di Matteo Zanini

Irraggiungibile

Irraggiungibile

Prendi in mano il libro di Matteo Zanini, inizi a sfogliarlo quasi per caso, cominci a leggere qualche stralcio del diario di Rosie e all’improvviso ti ritrovi catapultato nell’Inghilterra dell’ Ottocento, tra una contraddanza e una sala da tè, e  più ti immergi nella lettura più ti aspetteresti di veder apparire all’orizzonte da un momento all’altro niente meno che Jane Austen.

Perché “Irraggiungibile”, romanzo d’esordio di questo giovane autore bergamasco, racchiude in sé fascino e stile austeniani: lunghe passeggiate in campagna, fredde serate passate in compagnia di fidati amici, viaggi inaspettati, nuovi sentimenti dal futuro ignoto.

Attraverso racconti, emozioni, notizie che la protagonista, Rosie Kate Wells, affida alle pagine del suo diario, il lettore approda nella verde cittadina inglese di Ilkley, dove le vite di Emily e John Spring, Philip Kingstone, Fabian Knight e della famiglia Wells si incontrano e scontrano per un anno intero, in un turbinio di gioie, dolori, piccole crisi di quotidianità famigliare, amori respinti, confusi, pieni di speranza.

Una trama ben costruita, che riesce a non cadere nel cliché del classico regency romance,  pur rimanendo a metà strada fra le narrazioni di Georgette Heyer, il calore dei sentimenti di LouisaMayAlcott e l’arguzia della Austen.

Un romanzo epistolare che convince e immerge completamente nella lettura. E quando  si volge l’ultima pagina (sempre troppo presto) si percepisce quasi la mancanza di quella prosa delicata e forbita che sembrava  giungere direttamente dal passato.

Autore: Matteo Zanini

Titolo: Irraggiungibile

Pagine: 248

Casa editrice: Silele edizioni

Prezzo: 15,00 euro

Inserito in: Novità, Recensioni
Roberta Taverna

Articolo inserito da:

Di giorno Roberta Taverna, dottoressa in giurisprudenza , corre tra un’aula di tribunale e l’altra, mentre la sera si dedica al primo grande amore della sua vita: i libri. Lettrice instancabile, fa scorrere tra le sue dita le pagine di centinaia di libri ogni anno; legge in treno, mentre corre sul tapis roulant in palestra, camminando per strada… Predilige i romanzi contemporanei stranieri, con qualche ciclica capatina tra classici dell’Ottocento. Ha frequentato corsi di giornalismo e di scrittura comico-creativa, ha collaborato con alcune testate locali e ha fatto parte della giuria del concorso letterario Casa Sanremo Writers 2014. Ha creato e coordina il sito letterario Inkbooks. Cosa fa su MeLoLeggo? Legge molto, cerca di smaltire la pila infinita di volumi che si moltiplicano inspiegabilmente ogni giorno sugli scaffali di casa e recensisce tutto ciò che scopre imperdibile.

2 commenti su "Recensione: Irraggiungibile, di Matteo Zanini"

Trackback | Commenti RSS Feed

Link in entrata

  1. Recensione: Irraggiungibile, di Matteo Zanini :... | martedì 11 febbraio 2014
  2. MeLoLeggo.it, febbraio 2014 – Matteo Zanini | mercoledì 8 febbraio 2017

Inserisci un commento